venerdì 1 aprile 2005

il papa è morto

Si va bene, non è morto ancora, ma sembra che sia solo questione di tempo questo sito è veramente curioso, non ne ho capito le finalità, ma raccoglie qualsiasi cosa sia inerente con la morte del papa e credo che esista da molto tempo. Anzi, se vogliamo essere precisi:

The Registry database contains ONLY .COM, .NET, .EDU domains and
Registrars.
domain: lepapeestmort.com
status: lock
owner: David Cohen
[...]
created: 2005-02-12 18:01:36 UTC JORE-1
modified: 2005-02-28 10:16:18 UTC JORE-1
expires: 2006-02-12 13:01:35 UTC
Mi ero sbagliato è stato registrato solo a febbraio di quest'anno, non so se in tempi non sospetti ma credo che l'argomento non sia la morte fisica del papa quanto la sua istituzione. Non essendo un credente vedo nel Papa solo il suo enorme potere temporale, le enormi ricchezze accumulate dalla chiesa ed il potere mediatico che dispone. A me la chiesa non piace, piace ancora meno quello che dice il Papa o qualsiasi cosa dica una istituzione che solo nel 1995 ha ritrattato le sue opinioni su Galileo Galilei accettanto che fosse la terra a girare intorno al sole. Ma sono qui a parlarne e questo significa che non si possono ignorare.

Tanto morto un papa se ne fa un'altro e questo lo sanno soprattutto quelli che in questo momento sono più vicini al Papa e sono pronti da mesi per sostituirlo, e forse non vedono l'ora.

7 commenti:

cardillo ha detto...

ho visto i cinesi del regime piu' duro riunirsi in preghiera per il papa, i repubblicani americani con le loro famiglie intorno all'icona papale, gli ortodossi piu'agguerriti premdersi per mano durante una cerimonia per papagiovanni, intere famiglie di dei villaggi piu' remoti dell'africa vinte satvolta non dalla fame ma dalla commozione per la sofferenza del papa.

e' lecito credere che GionanniOPaolo sia stato solo un'icona del potere temporale?

v.v. cact' sott...

cardillo ha detto...

Nel rispetto di chi invece ci crede, "morto un papa se ne fa un altro" credo che sia davvero fuori luogo e di banale considerazione!

v.v. ogni tanto scadi alla grande...

Freeariello ha detto...

Non ho avuto modo di conoscere altri papi, ma secondo me Giovanni Paolo II è stato un Papa (e un uomo) di grande umanità e intelligenza, al di là della ancora forte chiusura della chiesa cattolica su certi temi. Ha svolto una grande opera di avvicinamento tra i popoli e quindi tra le religioni e le culture (quale modo migliore di combattere le guerre?).
Senza però entrare troppo nel merito delle opinioni personali, volevo sottolineare la ormai solita "gara", in eventi di questo tipo, tra i mezzi di comunicazione tv in primis, "a-chi-dà-per-primo-la-notizia-della-morte".
Veramente un triste spettacolo, con tanto di falsi annunci (lì si tocca il fondo) e particolari minutissimi sulle sofferenze di un uomo...
E' pur vero che mantenere dirette interminabili senza dire banalità o peggio (e senza perdere ascolti) non è facile, è pur vero che l'evento era chiaramente imminente e inevitabile, è pur vero che si tratta di un fatto storico, ma in certi momenti ho sentito un po' di puzza di avvoltoio...

il fravecatore ha detto...

Che la gente si riunisca a pregare per il papa che muore è una cosa che non mi stupisce, che lo facciano governi e popolazioni lontane nemmeno. Che io non mi commuova affatto ancora meno. I sentimenti non li puoi scegliere, li vivi e basta e mentre gli altri si commuovono io rimango indifferente. Non sono tanto egocentrico da credere di essere stato il solo in tutto il mondo.
Capisco che sei molto sensibile sull'argomento mio caro Cardillo, ma sarò libero di credere che tra le tante persone che soffrono e muoiono nel mondo, il Papa possiede ricchezza e potere tali da permettersi le migliori cure.
Se le popolazioni che soffrono per la fame si commuovono per le sorti del papa stiamo messi male come al solito. I poveri che soffrono per i potenti che muoino è una cosa che mi fa rabbrividire.

Vorrei essere chiaro su una cosa, non sono contento per la morte del Papa, non avrebbe alcun senso, spero che il suo successore sia altrettanto attento nelle sorti del mondo.

Il mio è un sentimento di distacco dall'evento. Ho avuto la fortuna di non subire l'attacco televisivo, ero da Stefano, in trattoria e c'era la televisione accesa su raiuno. Ho visto che c'era l'edizione speciale di Porta a porta, poi ho saputo che c'è stata la diretta dal giorno prima. Questa è l'assoluta mancanza di rispetto per la morte di un uomo pur di avere un nuovo reality show da seguire.

cardillo ha detto...

non stiamo parlandoo di un uomo comune,ecco il fatto!!tralascio l'elenco delle vicende che lo hanno visto protagonista...

ora, possoanche capire che la questione papa si impelachi in un'enorme discussione filisofica politica, la cui concluisione potrebbe essere "libero di crederci" ma la cosa che (come ben sai) mi infastidisce e' il tuo snobbare cose o persone sulle quali la maggoiranza delle persone nutre sentimenti o cmq si muove come opinione pubblica...soltanto per la soddisfazione di saperti fuori dai milioni di persone che in questi giorni hanno pianto o pregato per Lui...

il fravecatore ha detto...

"mi infastidisce e' il tuo snobbare cose o persone sulle quali la maggoiranza delle persone nutre sentimenti o cmq si muove come opinione pubblica...soltanto per la soddisfazione di saperti fuori dai milioni di persone [cut]"

ovvio che non lo faccio per sentirmi fuori dal coro come credi tu. Ho letto in di molte altre persone che non si sono commosse a questo evento. Forse chi la pensa diversamente dall'opinione pubblica non ha avuto la stessa visibilità per esprimere la sua opinione.

Comunque se giri in rete internet è piena di persone che per un motivo o per un altro non si sono commosse alla morte del Papa. Con altrettanti commenti di gente indignata. Io non mi sento in colpa per non aver provato un sentimento di commozione.

In quanto Papa era inevitabile che ogni sua mossa influenzasse le sorti del mondo, nel bene e nel male.

Ma perchè io devo sentirmi affranto e piangere la sua morte per forza?

cardillo ha detto...

...non alludevo al fatto che non ti sei commosso, ma all'espresione morto un papa se ne fa un altro! come se ti morisse una sorella e una persona molto bonariamente ti diccesse...nun fa' nient, tanto ne hai un'altra...
volevo che ti rendessi conto che la tua considerazione non e' stata rispettosa dei sentimenti di quanti invece lo hanno pianto!