venerdì 21 settembre 2007

Trovo sempre più difficile scrivere su questo blog, non mi spiego perchè questo accada. Ho sempre trovato utile e piacevole raccontare per iscritto le cose, che accadano veramente o che siano inventate non importa, che siano piacevoli alla scrittura e alla lettura si.
Negli ultimi post un po' ci ho provato e un po' no. Non ho mai chiesto molto a me stesso per quanto riguarda questo blog. Non ho mai pensato di trasformarlo in qualcosa di serio ma in effetti è un misuratore di tranquillità.
Più sto tranquillo più ci scrivo, più ho la mente libera da pensieri più sprigiono un lato creativo che richiede di essere liberato con uno scritto, una fotografia, e magari un giorno con una sceneggiatura o un video.
Non mi riesce più di scrivere e di pensare video da girare e questo è male. Che faccio mi sforzo o, come ho sempre fatto, aspetto che l'ispirazione torni da sola?

mah, chi lo sà...

3 commenti:

Mirko Caserta ha detto...

Secondo me l'ispirazione non è una cosa che si autoalimenta ed agisce come per incanto. Va allenata. Il problema è che il lavoro spesso toglie tutte le energie "creative". In questo ti capisco bene. Però a me ad esempio bastano anche pochi minuti al giorno dedicati ad un qualche pensiero costruttivo che mi stuzzica(foto, musica, scrittura, ecc) e mi sento già molto meglio :)

giuli@ ha detto...

a me l'ispirazione creativa - in particolare quella per la scrittura - viene di più quando sto di umore nero.
per questo non scrivo quasi più da un anno a questa parte... o meglio scrivo solo noiosi e imprecisi papielli di linguistica oppure mail inutili sulle mailing list di una misconosciuta associazione di dottorandi...

il fravecatore ha detto...

So perfettamente di dover coltivare la creatività, mi bastano dieci minuti a chiacchierare di inquadrature e di video perchè la mente si scateni. Devo ringraziare mio fratello che da questo punto di vista è la mia valvola di sfogo, spero di potervi presentare al più presto un altro lavoro.