lunedì 22 gennaio 2007

grazie dei fiori

Ad oggi non so ancora se il mio rapporto di lavoro con la vecchia società sia terminato o meno. Sembrerebbe un po' equivoca la frase scritta sulla lettera in cui la società accetta le mie dimissioni. Potrebbe trattarsi di un mese stipendiato per rimanere a casa, oppure no.
Presto lo scopriremo, nel frattempo mi sono reso conto di non essere stato molto loquace nell'andar via, e di non aver salutato bene le persone che si sono tanto prodigate per me. Allora ho pensato di spedirle dei fiori, alla tipa del personale.

Il piacere di vedersi recapitare dei fiori per una donna è alto, poi la curiosità di leggere il biglietto, chi sarà mai?, il sorriso... i pensieri sconci... sarà qualcuno qui in ufficio? poi le parole:

L'ultima volta non ho avuto il tempo di salutarti come avrei voluto.

Vincenzo Visciano


Spero che non si sia già dimenticata di me.

3 commenti:

Freeariello ha detto...

Sei il mio eroe quotidiano :-)
Chissà che faccia avrà fatto...

kettengè ha detto...

Magari rimarrà colpita dal gesto, si innammora di te (come tutte), ti riassume come amministratore delegato e fate tanti piccoli lottomaticini...

Freeariello ha detto...

mmh... questo kettengè mi ricorda vecchie conoscenze! :-)
Ma, mi chiedo, come ho fatto a non pensarci prima ed usarlo come mio nick/pseudonimo forever!?