venerdì 19 gennaio 2007

se la sono presa

Quello che penso è che non mi è piaciuto come si sono comportati. Che hanno voluto fare di me un esempio da non imitare. Che mi hanno voluto umiliare cacciandomi pur di dimostrare che non ero io che me ne andavo ma che erano loro che mi cacciavano. A seconda di come si raccontano i fatti, le conclusioni cambiano. Io mi sono licenziato ma alla fine sono loro che mi hanno accompagnato alla porta, con il sorriso di chi ha fatto la cosa giusta.
"Nessuno è indispensabile"? questo è il messaggio? è un messaggio per chi è rimasto? Perchè "non ci fai paura, noi ce l'abbiamo grosso"?

Cosa è successo?

Mi dicono di andare dal capo del personale o chi ne fa le veci... ci vado, sono contento che questa storia si chiarisca. Se mi propongono di rimanere mi prenderò il tempo per decidere, se accettano le mie dimissioni tanto meglio, la mia decisione era presa.

Accettiamo le sue dimissioni. Lei ci ha dato un preavviso di un mese invece dei due previsti e per noi va bene ma al tempo stesso la esoneriamo dal preavviso. Lei verrà retribuito fino al 15 febbraio con il trattamento di fine rapporto e le ferie residue ma va via adesso.


Ci mettiamo in fila, io davanti e lei di dietro, e percorriamo l'ufficio fino alla stanza del mio capo, poi insieme a lui, sempre tutti in fila, arriviamo alla mia scrivania. Consegno il badge e mi viene chiesto di prendere le mie cose... non mi siedo neanche alla mia scrivania mentre cancello un paio di directory personali dal computer, non svuoto neanche le password dal browser, le cambierò tutte quando arriverò a casa. La capa del personale va via, arrivederci, rimane il mio responsabile. E' arrivato il momento di andar via, mi incammino ma lui non viene.

- Allora andiamo?
- Perchè ti devo accompagnare fino all'uscita?
- e si...

Mentre camminiamo incontro alcuni colleghi, pochi, troppo pochi, me li abbraccio, scambio due battute. Salutatemi il resto della ciurma. Alcune facce che incontro sono incredule, non so che faccia abbia io. All'uscita...

- Arrivederci.
- Ciao.

Vado via amareggiato, in serata scoprirò che sono stati dati aumenti a destra e a manca dopo riunioni farcite di elogi alla società e screditi nei miei confronti (mi sono comportato male).

Poi vi racconto dove sto andando e dei sorrisi che mi hanno accolto e del piacere di lavorare con delle persone che dicono quello che pensano. Sono contento.

2 commenti:

Carmelo ha detto...

E poi penso agli sceneggiatori dei film che si disperano per trovare storie appassionanti...

Cmq in ogni caso non glielo hai detto? noo? Allora ci voleva proprio un bel

Mabaffanculo..! :)

Freeariello ha detto...

Sono d'accordo, un ottimo spunto di sceneggiatura... almeno quello.