giovedì 4 maggio 2006

iccinema!

Qui fuori, proprio all'ingresso del mio ufficio, stanno girando un film, o qualsiasi altra cosa comporti un cast, dei camion, comparse e attori.
Una cosa è strana: manca la folla che si accalca a guardare, mancano i curiosi, forse manca proprio la curiosità. Un set è diventato una cosa scontata? Oppure la gente è cambiata, troppo poco partecipe alla comunità. Ricordo delle foto e dei documentari in bianco e nero, che ritraevano interi paesi sul set cinematografico, tutti attratti dalla novità, dal cinema, dalle belle donne.
Qui le belle donne non mancano, è la prima cosa che noti quando c'è un set cinematografico nelle vicinanze, la percentuale di belle donne per strada aumenta di colpo.
Anche io come gli altri non mi sono soffermato troppo, mentre tornavo in ufficio dalla pausa pranzo ho riconosciuto una Ornalla Muti in splendida forma. Che dire? uno sguardo e via, senza fermarmi. Forse il cittadino di oggi si vergogna a farsi vedere interessato. Deve mostrarsi superiore e distaccato per non apparire un sempliciotto. Non lo so. Forse non mi sono fermato perchè c'era poco da vedere, giusto un paio di pancioni stravaccati su delle sedie, nessun movimento, non una telecamera, nessuno che urlava "AZIONE!"

5 commenti:

bubusea ha detto...

..se devo essere sincera io sono molto affascinata dai set fotografici..una volta hanno girato un film in canile ed in quella occasione ho avuto la possibilità (in quanto volontaria e quindi in diritto di curiosare!!) di godermi un paio di giorni di riprese e devo dire che sono rimasta entusiasta!!! Forse il problema è solo il pudore che ci impedisce di chiedere "che succede?"..un po' quello che accade quando c'è trambusto per strada, movimenti strani ma non si ha il coraggio di chiedere ad un qualsiasi passante fermo cosa sia successo..non abbiamo piu' la vera anima paesana!!!

Peri-Peri ha detto...

credo tu abbia centrato il punto. Ci stiamo lentamente omologando, ci vergogniamo di riconoscere un attore per strada per poi, nel buoi delle nostre case, fremere nell'attesa dell'inizio della nuova (ma sempre uguale) fiction...

Freeariello ha detto...

Io ho un esperienza diversa... (forse perchè vivo a Napoli!?)
Recentemente ho avuto la possibilità di fare la comparsa in una piccola produzione e quando il set si è spostato in una delle piazze principali del centro storico, appena è comparsa la cinepresa subito si è formato un capannello di gente ovviamente incuriosita dalla cosa.
Mamme con bambini, studenti, passanti vari che era difficile mantenere a distanza per non farli entrare nell'inquadratura... "Che film è" "ma che è UN POSTO AL SOLE?" "Chi sono gli attori?" "Vuie site 'n attore??"
Insomma nessun pudore, mancanza di coraggio e curiosità o altro.
Almeno da queste parti... :)

il fravecatore ha detto...

Freeariello, Napolitan Lifestyle? ;)

Io credo che sia l'elemento cittadino a fare la differenza. Napoli è una città a parte e non fa testo, ma l'abitante della grande città non può mostrarsi curioso, per lui tutto è già vissuto, già visto.

bubusea ha detto...

..concordo..e preparo la valigia per Napoli..